Estrazione e lavorazione

Le cave di pietra leccese rappresentano l’elemento identitario della tradizione salentina e sono una risorsa fondamentale in tutta la storia dell’edilizia locale. La pietra leccese rappresenta una risorsa del territorio salentino da diversi punti di vista: è un patrimonio artistico, protagonista delle grandi opere barocche e non solo, una testimonianza storica che da millenni regala monumenti e reperti che raccontano la storia dei luoghi, un bene economico apprezzato in tutto il mondo, esportato sia come materia prima che come prodotto finito.


La versatilità della pietra si manifesta nella sua stessa consistenza, a tratti tenerissima e agevole da plasmare, a tratti rigida e calcificata; essa assume colorazioni e trame diverse che variano dal bianco, avorio, grigio tenue, fino al giallo intenso e ocra, a seconda dell’utilizzo a cui è destinata e allo spazio che andrà ad occupare.
Bianco Cave rappresenta la garanzia assoluta di qualità, assicurando prodotti utilizzati dall’edilizia di tutto il mondo.


Siti di estrazione

Per soddisfare tutte le esigenze del mercato, i bacini di estrazione di Bianco Cave forniscono differenti qualità e tonalità di pietra:

  • il Carparo estratto dalla cava di Gallipoli è una pietra dalla consistenza porosa e rustica;
  • la Pietra Leccese color paglierino con siti a Zollino, Corigliano, Martano e Melpignano è una pietra calda ed elegante, la più utilizzata;
  • la Pietra Leccese Grigia esatta dalla cava di Melpignano è adatta sia per le applicazioni moderne che per quelle classiche;
  • la Pietra Bianca di Ostuni è una pietra candida e raffinata;
  • la Pietra di Poggiardo presenta invece delle striature marmoree.

Visualizza Dettagli

Cava pietra leccese

Vista interna

Vista interna

Vista interna

Cava pietra bianca di Ostuni (Carovigno)

Vista aerea

Vista aerea

Vista interna

Vista interna

Vista interna

Estrazione

Cava pietra di Poggiardo

Vista interna

Vista interna

CONTATTACI

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio